Versione Accessibile Vai
Home Page Home Page
Presentazione Veg*anismo Vivisezione Pelle e Pellicce Circhi e Zoo
Caccia e Pesca Animali domestici Animali selvatici Iniziative E noi?
 
Home : Vivisezione: Giù la maschera!: 30 ore per la vita

Giù la maschera!

 
Raccolte Fondi [ 2 ]
30 ore per la vita Articolo Corrente
Telethon
 

30 ore per la vita

Uno degli slogan che hanno accompagnato l'edizione annuale della manifestazione '30 ore per la vita' è stato: Regala un sorriso a chi non ce l'ha. Quello che nessuno slogan vi dirà mai è che questa manifestazione oltre ai sorrisi dona anche tanta sofferenza visto che utilizza parte del denaro donato dagli ignari spettatori per finanziare la sperimentazione animale. Ovviamente gli organizzatori si guardano bene dal dare risalto alla cosa: visto che la stragrande maggioranza degli Italiani è giustamente contraria a questa barbara e inutile pratica molti eviterebbero di donare del denaro a chi si rende complice dei crimini dei vivisettori.

Il forum pubblico.

Sul sito internet della manifestazione è presente un forum pubblico sul quale sono comparsi numerosi messaggi di persone indignate dalla scoperta della reale destinazione di parte dei fondi raccolti.

Semplicemente allucinanti le risposte degli utenti abituali del forum, risposte che possono essere divise essenzialmente in due categorie. Da una parte risposte tanto generiche quanto erano precise e circostanziate le accuse: di fronte a dimostrazioni inequivocabili dell'inutilità e crudeltà della vivisezione, corroborate da testimonianze di scienziati e premi nobel, il telespettatore medio della trasmissione replica "ma gli animali non soffrono", oppure "se la vivisezione si pratica servirà a qualcosa".

Dall'altra parte risposte ancora più preoccupanti che in breve dicono che l'uomo è la razza a cui Dio ha dato il potere di uccidere la altre specie se ciò le torna utile. È giusto preoccuparsi degli animali, ma non come esseri senzienti, bensì come oggetti creati da Dio per l'uomo. Questo connubio tra religione e concetto di superiorità razziale ci ricorda un brutto periodo della storia dell'umanità e certe affermazioni non vorremmo mai sentirle, soprattutto quando servono a difendere l'operato di quella che dovrebbe essere una raccolta di fondi per beneficenza.

Nessuna riposta da parte degli organizzatori della manifestazione nè dal moderatore del forum, che ovviamente sanno benissimo da quale parte stia la ragione, ma hanno l'unico interesse di far smorzare la discussione con meno pubblicità possibile per continuare a intascare denaro.

Immaginate di essere visibilmente colpevoli di qualcosa, recate addosso le prove della vostra malefatta. State camminando tra la folla e all'improvviso venite additati da qualcuno: cosa fate? Come appena detto siete visibilmente colpevoli, quindi cercherete di mantenere un atteggiamento indifferente e di svignarvela al più presto. Mentre se foste innocenti vi fermereste a chiarire il malinteso.

Naturalmente, qualora veniste additati con troppa insistenza, non potreste più far finta di niente, e iniziereste a blaterare patetiche giustificazioni. Così è accaduto con '30 ore per la vita': visto che la discussione non accennava a placarsi è intervenuto il moderatore..

Finalmente qualcuno risponde: il 'boia' in persona!

La manifestazione viene accusata di finanziare l'inutile sperimentazine animale, in particolare quella condotta da Garattini, soprannominato 'il boia' (*) per la crudeltà degli esperimenti che conduce.

Naturalmente qual'è l'opinione che viene portata da '30 ore per la vita' a sostegno del loro operato? Esatto! Proprio quella di Garattini stesso! Siamo alla follia: '30 ore per la vita' giustifica il fatto di dare soldi a Garattini sulla base di dichiarazioni di Garattini stesso!

Cosa poteva dire Garattini? Che la sperimentazione animale è inutile, che rappresenta solo uno spreco di denaro, che condanna a morte animali umani e non umani, e che di conseguenza sarebbe meglio non dare soldi a lui ma ad altri enti? Naturlmente no, Garattini ci spiega ovviamente che la vivisezione è indispensabile per studiare nuove cure per le varie malattie che affliggono l'umanità e stordisce i poveri letori con la solita raffica di luoghi comuni.

Ma a questo punto viene spontaneo chiedersi: se ha ragione Garattini, sono tutti gli altri a mentire?

Mente il prof. Pietro Croce affermando che <<Liberati dagli errori della vivisezione, i futuri ricercatori saranno in grado di basare la ricerca medica su basi scientifiche genuine... riportando gradualmente la medicina a quella qualità scientifica che è stata usurpata dagli errori dei vivisettori.>>?

Mente anche il dott. Werner Hartinger, stimato capo chirurgo, che definisce la vivisezione <<barbara, inutile, un ostacolo per il progresso scientifico>>?

E magari sono menzogne anche quelle che arrivano dall'Università di Oxford, dove George Pickering definisce "semplicemente senza senso" l'ipotesi secondo la quale <<delle fondamentali verità vengano rivelate nella sperimentazione sugli animali e poi applicate ai pazienti malati.>>

E magari secondo gli amici di '30 ore per la vita' mente anche l'inglese "Royal Society of Medicine", che per bocca del prof. Vernon Coleman afferma: <<La verità è che gli esperimenti sugli animali uccidono le persone, e chi effettua esperimenti sugli animali è responsabile della morte di migliaia di uomini, donne e bambini ogni anno.>>

(*) Nota: non è nostra intenzione diffamare il dott. Garattini, riportiamo semplicemente per comletezza di informazione il soprannome con cui è noto negli ambienti dell'antivivisezionismo. Ciascuno è libero di farsi un'opinione sull'eventuale fondatezza di tale fama.

La censura

Poche ore dopo la comparsa di queste demenziali giustificazioni, nuove testimonianze compaiono sul forum: malati che smascherano le menzogne dei vivisettori dichiarandosi vittime degli errori di questa falsa scienza, persone indignate perchè a difendere il massacro sia stato chiamato proprio il 'boia' per eccellenza..

A questo punti i cari amici di '30 ore per la morte', sono stati nuovamente smascherati e ridicolizzati quindi cosa fanno? Bloccano il forum! Attenzione, il forum non viene chiuso con qualche giustificazione, visto che di giustificazioni non ne esistono, tanto è palese come stiano le cose. Semplicemente il link che fino al giorno prima conduceva ad esso è stato disabilitato.

Strane coincidenze

Curiosando un po' all'interno del sito della manifestazione troviamo poi i nomi dei membri del comitato che decide l'assegnazione del denaro ricavato dalle offerte degli spettatori. Tra di essi compare.. sempre il nostro Garattini. Ma dove lo trova il tempo di decidere a chi assegnare i fondi, poi utilizzarli nei suoi esperimenti, e infine difendere tale decisione di fronte alle critiche?

Cosa fare?

Semplice: non donate niente a '30 ore per la vita'. Donate la stessa somma che avreste versato a loro ad una delle associazioni che non sprecano denaro per massacrare animali ma lo utilizzano per fare della vera ricerca. Trovate un elenco sul sito www.ricercasenzaanimali.org. Farete del bene ai malati, visto che i vostri soldi non saranno sprecati per inutili esperimenti che servono solo alla carriera dei cosiddetti 'ricercatori' e non contribuirete al massacro.

Inoltre, sensibilizzate tutti gli amici e conoscenti su quello che fa '30 ore per la vita', scrivete a quotiiani e periodici, smascherate queste persone.

Ricordate poi che se avete del tempo libero, potete anche decidere di visitare una delle tante piccole associazioni di volontariato e, in base all'impressione che ne ricevete, decidere di donare a loro del denaro. Spesso è anche preferibile fare una donazione direttamente ad una sede locale di un'associazione nazionale, piuttosto che alla sede centrale, per evitare gli inevitabili sprechi che accompagnano la redistribuzione delle offerte.

Ma non permettete mai che il vostro denaro venga utilizzato non per aiutare delle persone bisognose ma per danneggiare altri esseri viventi altrettanto bisognosi.

30 ore per la morte
Introduzione
Articoli
Dati e statistiche
Link utili
Risorse
Giù la maschera!
Cosa Fare

"Liberati dagli errori della vivisezione, i futuri ricercatori saranno in grado di basare la ricerca medica su basi scientifiche genuine... riportando gradualmente la medicina a quella qualità scientifica che è stata usurpata dagli errori dei vivisettori." -- Prof Pietro Croce

 
/* Contattaci */